• » News
  • » LA GROTTA DEI CRISTALLI GIGANTI

LA GROTTA DEI CRISTALLI GIGANTI

La miniera più ricca al mondo, verrà sommersa dall’acqua

Scoperta nel 2000, a circa 300 metri di profondità nel sottosuolo di Naica (Messico), la Grotta dei Cristalli (Cueva de los Cristales), una delle miniere più ricche del mondo (argento, piombo e zinco) sta scomparendo.

Già nel 1910, nella miniera di argento di Naica, in pieno deserto di Chihuahua, venne scoperta la Cueva de las Espadas, una grotta contenente lunghi cristalli di gesso.

Nei successivi 50 anni gli scavi per l’estrazione dell’argento si sono portati a quote sempre più basse, fino al 2000 quando, a 290 metri di profondità, vennero scoperte altre cavità ricche dei cristalli più grandi del mondo. Nel 2006, la società Peñoles, proprietaria della miniera, ha dato inizio al Proyecto Naica per monitorare le condizioni di salute dei partecipanti alle ricerche; dato che il problema principale concerne la permanenza nelle grotte per un tempo sufficiente, studiando tute protettive dotate di meccanismi di raffreddamento e di respiratori.

Nelle profondità della miniera di Naica è stata scoperta, esattamente nel 2002, una delle meraviglie sotterranee della Terra: la Cueva de los Cristales. Si tratta di un vero e proprio geode, cioè una caverna completamente ricoperta di bianchi cristalli di selenite, i cristalli più grandi del mondo.
Per tutti gli studiosi, la Grotta dei Cristalli giganti è un luogo misterioso, un paradiso che si rivela ai ricercatori solo dopo aver superato passaggi rischiosi, addentrandosi tra punte taglienti, spinti dalla curiosità di un posto surreale con colonne di cristallo alte fino a 15 metri e larghe fino ad un metro e tronchi di gesso purissimo, opalescenti e lucidi.

Questo colosso naturale è nato dall’accumulo di cristalli di gesso e, il cristallografo Juan Manuel García Ruiz, uno dei primi scienziati ad avere accesso alla grotta, ha rivelato il mistero della loro crescita fenomenale: essi crescono lentamente, ad un ritmo che equivale allo spessore di un capello ogni 100 anni e solo tramite la progettazione di un microscopio è stato possibile stimare che alcuni cristalli sono cresciuti in circa 1 milione di anni. Entrando in questo posto si ha la sensazione di entrare in una fornace. Uno scrigno del tesoro conservato in un ambiente lunare, ad una temperatura di circa 48°C, in un’atmosfera satura di umidità.

I cristalli si sono formati grazie all'accumulo del solfato di calcio sciolto nell'acqua calda (intrusione di magma) che ha riempito la grotta per centinaia di migliaia d’anni. Per permettere l’estrazione dei metalli quell’acqua veniva pompata via.

Nello scorso anno un incidente ha provocato un allagamento che si è esteso rapidamente in tutta la miniera. Danni irreversibili hanno poi confermato, a novembre, la chiusura definitiva della grotta.

La Grotta dei Cristalli finirà di nuovo sotto’acqua con il tempo.
Menu
Nevegal Tour Via Caffi, 3 (int.7) - 32100 Belluno - BL – Italy Tel +39 0437 940301 Fax +39 0437 27471 e-mail: info@nevegaltour.it - P.IVA 00630420255
Potete effettuare la prenotazione presso i nostri uffici, oppure online, con bonifico o con le seguenti carte di credito. carte di credito
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK